LUOGHI

LuoghiTutti coloro che visitano la Sicilia sicuramente conoscono bene le stupende spiagge sabbiose sparse sui tre lati dell’isola. Così come certamente sanno parecchio sugli imponenti vulcani ancora attivi, come l’Etna e lo Stromboli. Alla medesima maniera non ignorano che le città più grandi – Palermo, Catania, Siracusa, Agrigento, ecc. – sono pieni di monumenti lasciati da tutte quelle civiltà che nel corso della storia hanno dominato in Sicilia.
Spesso tuttavia ignorano che all’interno delle stesse grandi città, accanto ai più famosi templi, teatri, castelli e palazzi, si trovano monumenti quasi sconosciuti ma ugualmente pieni di suggestione e di storia. Ancor più in tante piccole località dell’isola, poco frequentate e lontane dagli itinerari turistici principali, esistono paesaggi naturali e archeologici, ai confini tra storia e leggenda, i cui enigmi ancora senza risposte certe fanno discutere studiosi ed appassionati.
LuoghiPoco distanti dalle assolate spiagge di Trapani e San Vito Lo Capo, la Grotta di Polifemo e la Grotta dei Cavalli sono piene di graffiti ed affreschi preistorici dal significato ancora misterioso. Ma esse sono anche perfettamente orientate al tramonto del sole nel giorno del solstizio d’estate, tanto da risplendere – solo in quel periodo dell’anno! – di intenso color granata, prima che il rosso astro diurno scompaia oltre l’orizzonte. Ugualmente orientate con il sole, sono due rocce con fori circolari al centro, che si trovano sul Monte Arcivocalotto nella Valle dello Jato (presso Palermo) e nei pressi di Gela: all’alba dei solstizi il sole appare per qualche minuto al centro del cerchio di pietra.
LuoghiE nell’entroterra di Tindari, sui Nebrodi, a pochi chilometri dal paesino medievale di Montalbano Elicona, sembra di essere piombati nella scenografia del Signore degli Anelli: rocce gigantesche scolpite in forma di aquila, serpente, pellicano, donna in preghiera, e via dicendo, sovrastano i visitatori, riempiendoli di meraviglia e suggestione. Gli studiosi sono ancora divisi su natura ed origine di queste colossali sagome di pietra, ma i precisi orientamenti solari e stellari e i documenti medievali forniscono più certezze che dubbi.
Sono solo alcuni esempi tra i tanti luoghi semisconosciuti, ma ugualmente densi di fascino, suggestione e spesso anche misteri in angoli poco frequentati dell’isola siciliana, che meritano di essere ammirati.

Il testo e tutte le immagini presenti in questa pagina sono di Ignazio Burgio. La prima e la terza ritraggono i megaliti nei pressi di Montalbano Elicona (Me). La seconda immagine si riferisce alla Grotta di Polifemo, presso Trapani.



luoghi



Privacy policy

Tributo alla stupidità dei motori di ricerca. Il mio plugin wp per motori di ricerca mi dice che per indicizzare al meglio questo articolo devo inserire almeno -4- volte la frase chiave “Luoghi”. Dunque al fine di evitare che l’articolo si possa indicizzare male se non si trova la suddetta frase penso che sia opportuno inserire un certo numero di volte la frase luoghi all’interno di questo testo. Ma al fine di non banalizzare lo stile di questo articolo (assolutamente non commerciale) ripetendo fino alla noia la stessa frase, ritengo sia meglio aggiungere alla fine la suddetta frase – appunto luoghi – nascondendo il tutto alla vista dei pazienti lettori. Spero che in tal modo il mio plugin sia soddisfatto di aver trovato la frase in questione – luoghi, ovviamente – e non si lagni più. E spero che i lettori non leggano mai questo testo, perchè è perfettamente inutile.